fbpx
Prossima spedizione lunedì 28 e martedì 29 Maggio
Cinta senese
Cinta senese
Foto di Michela Simoncini

La Carne di Cinta Senese

Oggi scopriamo qualcosa in più sulla carne di Cinta Senese, un prodotto assolutamente consigliato da noi de L’Antica Macelleria. 

Bistecca Di Cinta Senese

La Cinta Senese è una storica razza suina da cui derivano diversi tagli di carne pregiata. Una carne da cui si realizzano eccellenze quali: il prosciutto ma anche il salame, le salsicce, la pancetta. Utilizzata anche fresca, cucinata alla griglia. 

Forniremo alcuni suggerimenti per un’ottima degustazione soffermandoci in particolare sul prosciutto, ricco di proprietà e dai sentori unici. 

Cinta Senese DOP 

La Cinta Senese è una tipica razza suina presente in Toscana. I suini sono facilmente riconoscibili perché di colore nero e caratterizzati da una fascia tendente al bianco all’altezza delle spalle. 

È una razza antica, probabilmente presente già in epoca romana, sebbene le prime testimonianze certe risalgano alla metà del 1300. 

Gli esemplari sono rustici, forti e di taglia media. Un maschio adulto raggiunge i 300 chilogrammi, la femmina i 250 chilogrammi. 

La Cinta Senese dal marchio DOP assicura che la nascita, l’allevamento e la macellazione dei suini avvenga in Toscana. Ogni nuovo esemplare entro 45 giorni viene dotato di un apposito codice identificativo. 

Gli animali vivono e sono allevati all’aperto, in libertà, dove possono nutrirsi di ciò che offre il bosco, di foraggi e cereali. 

La macellazione si verifica una volta che il suino ha raggiunto almeno i 12 mesi. 

Eccellenza, Gusto e Qualità 

I maiali, liberi di pascolare all’aria aperta permettono l’ottenimento di carni di assoluta qualità. 

Non è raro raccogliere pareri favorevoli sulla tagliata, considerata come una valida alternativa alla bistecca; senza considerare il prosciutto paragonato alla Patanegra (CliccaQUi per leggere il nostro articolo su questo fantastico prosciutto), quest’ultimo un tipico e pregiato taglio di carne iberico. 

L’Antica Macelleria consiglia di provare i prodotti selezionati di Cinta Senese, invitando ad assaporare la carne di maiale selezionata e propria dell’esperienza degli allevatori toscani. 

Il Prosciutto di Cinta Senese 

Il prosciutto di Cinta Senese DOP è un prodotto unico. Si possono degustare cinque parti differenti ognuna con delle caratteristiche organolettiche ben distinte e introvabili in classici tagli di carne di maiale. 

1. Culatta 

La Culatta, la parte principale, è una delle più pregiate e nobili del prosciutto e si caratterizza per un sapore equilibrato. La parte magra è ricca di infiltrazioni. 

In bocca sentirete sentori di nocciola, burro, mandorla e frutta secca, la presenza dei sentori di quest’ultima è indice di grande pregio. 

2. Gambetto 

Il Gambetto, la parte finale del prosciutto vicino al piede dell’animale, è una parte fibrosa dal calore rosso intenso e molto apprezzata. Si caratterizza per la sua dolcezza e aromaticità essendo meno sapida rispetto ad altri tagli. 

3. Fiocco 

Il Fiocco di prosciutto è la parte più magra della coscia del suino, è la parte più sapida ed il consiglio, per un’ottima degustazione, è di non rimuovere la parte grassa che dona ulteriore sapore al taglio. 

4. Punta 

La punta saporita è la parte più asciutta del prosciutto ed emana sentori di burro dati dalla presenza del grasso. Il grasso è fluido e scioglievole.

5. Boccone del prete 

Secondo la tradizione la parte migliore le taglio è chiamato: boccone del prete, la zona nascosta e interna intorno all’osso è ricca di sfumature e sapori particolari. 

Le particolari attenzioni nell’allevamento dei Suini rendono le carni succulente e con qualità dietetiche introvabili in altri carni comuni di suino. 

In particolare, si annovera una concentrazione di grassi insaturi (omega 3 e omega 6). 

La Cinta Senese, inoltre, ha i grassi ricchi di acido oleico, che oltre ad avere proprietà benefiche per l’organismo, rende la carne gradevole al palato e facilità la diffusione degli aromi. 

Consigli per una Corretta Degustazione del Prosciutto 

L’Antica Macelleria consiglia di togliere la confezione del prosciutto dal frigorifero, di aprirla e di attendere almeno 15 minuti prima di gustarlo

È importante che il prosciutto sia consumato a temperatura ambiente.

Degustare il prosciutto di cinta è un rituale. La macellazione del maiale e la conservazione hanno infatti origini antiche ma è nel XV secolo che i Medici disciplinarono l’intero processo di produzione del tipico prosciutto toscano. 

Concedetevi del tempo libero e assaporate ogni fetta con calma accompagnandola con un ottimo bicchiere di vino rosso e con del pane sciocco toscano chiamato così perché senza sale dalla mollica morbida e dalla crosta croccante. 

Perché Acquistare il Prosciutto di Cinta Senese

Decidere di acquistare il prosciutto di Cinta Senese vuol dire mantenere vive antiche tradizioni di lavorazione.   

Da oltre 1.000 anni, la Cinta Senese è allevata in Toscana, all’aperto e nel suo habitat naturale. 

Oggi, come una volta, la Cinta Senese pascola tra le incantevoli colline senesi, tra olivi, querce da ghianda, lecci e cerri. 

Il prosciutto, stagionato lentamente e in modo naturale, è il risultato di attenzioni, rispetto per l’ambiente e tradizioni.

I sapori unici e inconfondibili del sottobosco si trasmettono direttamente sul prosciutto di Cinta Senese che, noi dell’Antica Macelleria, siamo orgogliosi di poter condividere con i nostri clienti. 

More Recipes
Frollare la carne: cosa significa?